.
Annunci online

  lereggenti dell'ospizio dei poveri
 
Diario
 



21 maggio 2007

TERAMO: STORIA DI ORDINARIO ANTISEMITISMO


«Cazzarola! I giornali - attacca Moffa - fanno paginate contro Faurisson, ma non pubblicano una riga sulle sue tesi. È informazione negata. Trasformerò la lezione in assemblea di riflessione. Guiderò un movimento di liberazione contro leggi e provvedimenti liberticidi».

(Già, chissà perché i girornali non lo pubblicano visto che sostiene semplicemente che le camere a gas sono una leggenda e che ad Auschwitz sono morti al massimo in 125 mila, per lo più a causa di epidemie).

 

Il professor Moffa dell’Università di Teramo dunque protesta per il divieto posto a Robert Faurisson – noto negazionista della shoah - di partecipare al master su “Enrico Mattei in Medio Oriente”. 

 

Claudio Moffa srotola un curriculum di esperto di Africa, collaboratore di Limes e Radiorai, già militante di Lotta Continua, poi nel Pci e nel Prc, quindi «cane sciolto, ma sempre di sinistra, e ho scoperto che anche Faurisson votava socialista». Cazzarola! Come direbbe lui stesso. Un bel curriculum politico tanto per confermare da che parte viene certo antisemitismo oggidì.





permalink | inviato da il 21/5/2007 alle 13:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


18 maggio 2007

L’ERBA DI GUIDO



Il sociologo Guido Blumir, presidente del comitato scientifico Libertà e droga, spiega che già due mesi fa, in Francia, "la direzione generale del ministero della salute ha segnalato la presenza sul mercato di marijuana adulterata. I trafficanti per imbrogliare i consumatori spargono sulle piante microsfere vetrose. Così l'erba appare più luccicante e pesa di più, con maggiori profitti, ma può provocare gravi difficoltà respiratorie. Si sono verificati due casi nel nord della Francia fortunatamente non mortali. Non è lo spinello ad uccidere - sottolinea Blumir - ma le ignobili tecniche del mondo dello spaccio".

 

Certo che questo signor sociologo appare proprio contrariato da queste “ignobili tecniche” che corrompono una sostanza altrimenti immacolata. L’erba di Guido Blumir (uno che pubblica libri dall’eloquente titolo “La marijuana fa bene e Fini fa male”) è verde e bella ma, poverino, qualcuno gliela rovina. Come lo capiamo! La nostra lattuga nell’orto dell’ospizio è splendida, ma quelle terribili lumache!




permalink | inviato da il 18/5/2007 alle 11:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 maggio 2007

RIVERA O RIVIERA?



Ufff…che stanchezza! ...presissime dalla gestione ordinaria dell’ospizio. Ieri sera sfogliando l’album dei ricordi c’è venuta una certa nostalgia dei bei tempi e anche voglia di vacanza…ma fino ad agosto tanto non se ne parla…Visto come siamo belle, attorno all’anno 1904?

 

P.S. Noi non sappiamo nulla di questo tale Andrea Rivera di cui tanto parlano le gazzette, ma dalle foto crediamo sia il nipote del cantante Pappalardo. Ovviamente con una preparazione umanistica molto più carente dello zio.




permalink | inviato da il 3/5/2007 alle 12:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

sfoglia     aprile        giugno
 

 rubriche

Diario
PERLE

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

TEMPI DURI
Candles of Hope
LA DONNA E LA SANTA
Claudio Risé
HILARY
LiberaliperIsraele
Un certain sourire
Lezionario

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom